cartoline dall'italiaeditoriale
marzo 11, 2018

Il bivio a sinistra

Il bivio Appelli, petizioni, dichiarazioni, articoli… sembra che il problema cruciale di quel che resta della sinistra italiana (in verità assai poco), sia la scelta del Pd, magari con il concorso di LeU, di appoggiare o meno un governo guidato dal M5s. Ma davvero è così? Ebbene chi lo pensa è sciocco!

Ho letto svariate motivazioni a favore dell’una e dell’altra ipotesi. Se qualcuno mi chiedesse di esprimermi sulla questione, dopo aver precisato che sono ben diversi i temi che la sinistra italiana dovrà affrontare, risponderei citando il filosofo Roberto Esposito che sulle pagine di Repubblica ha scritto:

“Se il Pd (lo stesso vale per Leu, aggiungo io) cedesse alla tentazione di allearsi con coloro che l’hanno battuto perderebbe non soltanto l’anima, ma si dissolverebbe nel giro di una legislatura”.

Certo, il pericolo del dissolvimento, non del Pd, o di LeU, ma della sinistra intera, incombe anche se Pd e LeU resteranno fuori da partecipazioni dirette, da appoggi esterni, ai governi a venire, ma almeno rimarrà la speranza di ricostruire un soggetto politico capace di farsi carico delle tante domande che i cittadini italiani hanno rivolto al M5s e alla Lega.

Dunque, che fare?

Al momento l’unica risposta possibile è che il cambiamento dovrà saper cogliere e rispondere a quel che è cambiato e sta continuando a cambiare dopo la crisi epocale delle democrazie occidentali.

Non basta dire, come ha fatto ha fatto Luciana Castellina su il Manifesto:

“Occorre (…) produrre in modo diverso beni diversi e indurre consumi diversi. cioè cambiare anche gli esseri umani”.

Non basta perché tutto resta appeso ad un mutamento dei modi della produzione, dell’economia dunque, che è molto improbabile, per non dire impossibile se gli equilibri (o squilibri) sociali restano invariati. Non siamo nella Russia post rivoluzionaria. L’economia è controllata dall’invisibile ed impalpabile finanza, che esiste ovunque e in nessun luogo.

Occorre ripartire io credo dalla rimbombante “domanda di senso” che vaga un po’ ovunque nella nostra modernità.

O la sinistra diventa, prima di ogni altra cosa, “luogo” di confronto, di elaborazione, per le tante vite disperse, per le infinite solitudini, per le esistenze deprivate di consapevolezza, di speranza, di felicità o tanto vale lasciar stare e arrendersi all’assenza di pensiero del M5s, o al neo liberismo arrogante e violento delle destre.

About this author

0 comments

There are no comments for this post yet.

Be the first to comment. Click here.

cartoline dall'italia
 
Il bivio Appelli, petizioni, dichiarazioni, articoli… sembra che...
 
Morire a Napoli Il 3 gennaio 2018, soggetti...
 
Non mi sento politicamente vicino alla minoranza del Pd,...
 
Non mi sento politicamente vicino alla minoranza del Pd,...
 
Non mi sento politicamente vicino alla minoranza del Pd,...
 
Perché l’Italia non è il giardino delle delizie,...
 
Si parlerà di comunicazione politica, ponendo attenzione sul...
 
Per ogni euro in più investito in sicurezza,...
 
L’Islam moderato è, secondo me, un falso problema....
 
Il 25 agosto agosto Matteo Renzi annuncia il Tour dei...
 
Qualche anno fa la grande crisi finanziaria: per...
 
Mi alzavo presto per ascoltare la rassegna stampa...
 
Ignazio Marino ha annunciato le sue dimissioni da...
 
La due giorni di Imola del M5s ha avuto...
 
Milano Expo 2015: Nutrire il Pianeta, Energia per...
 
La frase pronunciata da Papa Francesco a proposito...
 
Domenica nel primo pomeriggio zappingando (ma per il...
 
Questo è forse un articolo depressivo e quindi...
 
Questa foto, pubblicata da @nomfup (al secolo Filippo Sensi,...
 
Susanna Camusso dopo l’incontro del 27 ottobre con...
 
La prima cosa che mi aveva colpito entrando negli...
 
Ho partecipato a due tavoli, la mattina a...
 
  L’intervento di Pippo CIVATI alla prima Leopolda...
 
Davanti all’entrata, vecchio e nuovo che si affiancano,...
 
Ci sono troppe cose che non vanno, anzi...
 
E’ morto a sei anni intossicato dal fumo...
 
  Immigration song. Ora che il Ministro dell’Interno...
 
Italiani? No. Io vorrei scrivere qualcosa degli italieni. Ma...
 
Some title Some author
Some excerpt
 
Some title Some author
Some excerpt
Il bivio Appelli, petizioni, dichiarazioni, articoli… sembra che...