stati uniti
Marco-Rubio
ottobre 29, 2015

Marco Rubio allunga il passo

Ieri sera a Boulder in Colorado è stato archiviato, senza troppi sussulti, il terzo dibattito tra i candidati GOP in corsa per la nomination. Il confronto verteva intorno ai temi dell’economia e, forse proprio per questo, i due outsider, Ben Carson e Donald Trump, sono rimasti seduti sul sedile posteriore, insomma hanno attraversato lunghi periodi di silenzio e di “smarrimento”. Quando si tratta di scendere sul terreno concreto dell’economia non basta la presenza di spirito, la vocazione alla battuta facile, o la gaffe abilmente studiata. Ci vuole conoscenza ed esperienza. Ad un certo punto John Kasich, il governatore dell’Ohio, ha inscenato una lunga filippica contro le “fantasiose” proposte fiscali di Trump e Carson. In qualche modo Kasich ha dato voce alla nomenclatura GOP che proprio non sopporta i due outsider, considerandoli inadeguati e ineleggibili. “Queste proposte ci procurerebbero trilioni e trilioni di dollari di debito. È il momento di svegliarsi. Non possiamo eleggere qualcuno che non sa come fare il suo lavoro”, ha concluso Kasich.

La migliore performance è stata quella del senatore Marco Rubio che è riuscito ad esporre lucidamente le sue idee e a mettere all’angolo l’ex governatore della Florida Jeb Bush, già in difficoltà per l’incapacità di riuscire a far valere la sua esperienza. Il rampollo della dinastia che ha dato all’America due presidenti ce l’ha messa tutta per tentare di rivitalizzare la sua campagna in difficoltà. Jeb Bush, che nei giorni scorsi ha dovuto ridurre gli stipendi e tagliare il personale del suo staff, è come al solito apparso incerto nelle risposte e poco efficace nell’esporre idee. Nei giorni scorsi lo staff di Bush aveva lasciato trapelare che l’ex governatore della Florida avrebbe messo in difficoltà Rubio, ma alla fine l’attacco si è limitato ad una battuta sull’assenteismo in Senato. Marco Rubio, che, durante il dibattito, occupava la posizione a sinistra di Bush, ha risposto con battute sferzanti, trasformando le critiche dell’ex governatore in un vantaggio per lui. Il senatore della Florida ha fatto notare a Bush che molti altri candidati impegnati nella corsa per la Casa Bianca, tra cui Barack Obama e senatore John McCain, avevano dovuto rallentare il loro lavoro parlamentare. “Non mi ricordo”, ha poi chiosato con una punta di tristezza nella voce, “di averti mai sentito lamentare per le scarse presenze al voto di John McCain. Qualcuno deve averti convinto che attaccarmi può tornarti utile”.

Alla fine dei conti chi ha tratto vantaggio da questo terzo dibattito è Hillary Clinton che ha assistito allo show e ha commentato: “Non possiamo eleggere gente come questa alla presidenza degli Stati Uniti”. La campagna dell’ex segretario di Stato, dopo l’inizio incerto,ha iniziato a prendere quota. La Clinton è uscita bene dalla testimonianza lunga undici ore sui fatti di Bengasi. Lo dimostra il fatto che nelle ore successive ha ricevuto tantissime donazioni spontanee. Inoltre ha rafforzato il suo vantaggio in Iowa e ha raggiunto Sanders in New Hampshire.

Un’ultima considerazione. Come fanno notare oggi alcuni commentatori americani i giochi sono ancora aperti, soprattutto in casa repubblicana. Insomma è molto probabile che i favoriti di oggi non arriveranno alla nomination del 2016. La corsa vera e propria inizierà il prossimo anno.

About this author

0 comments

There are no comments for this post yet.

Be the first to comment. Click here.

M stati uniti
 
Donald Trump Presidente? I Simpson l’avevano previsto… Una...
 
Presidenziali americane 2016. Dopo due anni di campagna...
 
Guida alla notte elettorale americana [gli orari indicati...
 
Piccolo vademecum per capire le elezioni presidenziali americane...
 
Le primarie nello Jowa Ormai le primarie nello Jowa...
 
Elezioni americane. Due dibattiti, nessun vincitore. Gli attacchi...
 
Jeb Bush non se la passa bene, almeno...
 
Ieri sera a Boulder in Colorado è stato...
 
David Axelrod ha compiuto 60 anni nel febbraio...
 
Le primarie americane sono una dispendiosa gara di...
 
Nonostante le perdite che abbiamo sofferto, la mia...
 
In quanto a novità, basti dire che sarò...
 
Mercoledì 16 settembre 11 candidati nelle primarie repubblicane,...
 
Mercoledì 16 settembre il secondo dibattito per le...
 
Ieri pomeriggio (10 settembre) davanti l’Ed Sullivan Theater...
 
La corsa di Jeb Bush verso la Casa...
 
Abbiamo seguito la campagna 2012 di Barack Obama e...
 
Jeb Bush Officially Announces 2016 Bid   NOTA...
 
La squadra messa in campo da Jeb Bush sulla politica...
 
Il Parco delle Quattro Libertà Hillary Clinton, 67...
 
  Sammie Spades   Sammie Spades Sammie Spades...
 
Gallup ha pubblicato i dati annuali del gradimento di...
 
Barack Obama continua a stupirmi! E non è...
 
Some title Some author
Some excerpt
Donald Trump Presidente? I Simpson l’avevano previsto… Una...