artestreet art
street_art
luglio 2, 2015

Street artists: m.obstr e il muro

A proposito di vitaliquida, quella che segue è la storia di uno street artists britannico che si firma m.obstr e di un muro.  m.obstr ha un segno ben definito (usa solitamente caratteri maiuscoli) e una discreta dose di ironia.

Tutto è iniziato, come è naturale che sia, visto che stiamo parlando di uno street artists, con un muro. Il muro di un edificio fatiscente ridipinto dagli addetti del Comune di rosso (per coprire i graffiti), ma solo in parte. Nella superficie non dipinta i graffiti venivano tolti con l’acqua a pressione.

Il gusto artistico di m.obstr è rimasto ferito dall’assurda modalità utilizzata dagli operatori del Comune. Perché, si è chiesto, usare il rosso solo in una parte del muro?

m.obstr

“Andando al lavoro, sono passato per anni in bicicletta davanti al muro di questo edificio e mi sono reso conto che i graffiti fatti sull’area rossa venivano coperti con la pittura dello stesso colore. Quelli, invece, sul resto della parete venivano rimossi con l’acqua”, ha raccontato sul suo sito Internet. METH_LOCAL.

Così è iniziata la lunga sfida tra m.obstr e gli addetti comunali alla ripulitura dei muri.

m.obstr

m.obstr ha scritto la parola RED nell’area dipinta di rosso, prediligendo le zone dove il colore si presentava più chiaro.

m.obstrOgni volta la scritta veniva coperta, sempre con vernice rossa, ma più scura.m.obstr

m.obstrQuando m.obstr ha iniziato a scrivere fuori dall’area rossa, gli addetti del Comune hanno usato l’acqua a pressione per cancellare la scritta.

m.obstrm.obstr

A questo punto m.obstr ha iniziato a scrivere una parte della frase sui mattoncini e l’altra sul muro verniciato. Quando gli addetti comunali hanno cancellato solo la parte sulla vernice rossa, lui non si è lasciato sfuggire l’occasione di farlo notare.

m.obstr2122La vicenda è andata avanti per un anno. Una vera e propria sfida. Alla fine il Comune ha ceduto ed ha dipinto di rosso tutta la parete.

m.obstr 31Non poteva mancare un commento finale.

“Così va bene. Grazie amico, è stato divertente”.

About this author

0 comments

There are no comments for this post yet.

Be the first to comment. Click here.

arte
 
Lo si ripete sempre e lo sappiamo bene:...
 
Non mi soffermerò sulla vita di James Tissot,...
 
Si legge nella presentazione della personale di Herakut,...
 
Lo street artist David “Diavù” Vecchiato l’ho visto...
 
Lui è inglese e all’anagrafe è noto come Charles...
 
Jean-François Perroy , conosciuto con lo pseudonimo di...
 
“Hostia” rappresenta la discesa del corpo di Pasolini...
 
A proposito di vitaliquida, quella che segue è la...
 
Altre opere di Etam Cru: ...
 
Damien Hirst ha senza dubbio notevoli abilità! Non è facile riuscire...
 
  Street art a Villa Certosa. L’associazione che...
 
Some title Some author
Some excerpt
 
Some title Some author
Some excerpt
 
Some title Some author
Some excerpt
 
Some title Some author
Some excerpt
Lo si ripete sempre e lo sappiamo bene:...