stati uniti
jeb bush
giugno 19, 2015

Jeb Bush e l’enciclica di Francesco

Jeb BushLa corsa di Jeb Bush verso la Casa Bianca sembra già irta di ostacoli. La prosa fredda, per non dire artificiosa, dei suoi discorsi pubblici non scalda l’elettorato repubblicano. Un sondaggio Ipsos ha rivelato che l’ex-governatore della Florida piace solo al 14% dell’elettorato di riferimento e l’essere davanti agli altri candidati scesi in campo per le primarie, non sembra consolarlo.

Deve essere per questo che Jeb ha pensato di buttarla in polemica:

“Non mi faccio dettare la politica economica dai miei vescovi, dai miei cardinali o dal mio Papa”.

L’ha detto ad un evento in New Hempshire, commentando i contenuti dell’enciclica Laudato Si’ di Francesco.

“è un’arroganza sostenere che sui cambiamenti climatici vi sia una scienza esatta”.

Ha poi spiegato che la religione dovrebbe occuparsi:

“di renderci persone migliori e meno di questioni che rientrano nell’ambito politico”.

Jeb si è convertito al cattolicesimo un paio di decenni fa ed ha sempre espresso posizioni tutto sommato moderate. E’ contrario all’aborto, ma avuto un atteggiamento più morbido sulle unioni gay. Sulle politiche dell’immigrazione non si è mai schierato con i falchi del movimento tea party. Sull’economia è condizionato dai rapporti della sua famiglia con le grandi lobby, prima tra tutte quella petrolifera.

I tea party hanno una partecipazione più marcata, rispetto all’elettorato medio repubblicano, nelle numerose confessioni cristiano-evangeliche. Tuttavia non sono identificabili la Christian Right il nocciolo duro della destra repubblicana. I tea party non hanno particolari vincoli politici con il partito dell’elefantino, anzi non perdono occasione di criticarne le scelte moderate. Jeb Bush raccoglie solo il 6% dell’elettorato più conservatore. Tra i tea party, poi, il suo gradimento è al settimo posto tra i candidati repubblicani alla Casa Bianca. Quei voti se li contenderanno il governatore del Wisconsin Scott Walker e il senatore del Texas Ted Cruz.

L’uscita critica di Jeb Bush sull’enciclica di Francesco e le sue considerazioni sull’ambiente sono ascrivibili a due ragioni. La prima è senza dubbio quella di marcare l’indipendenza dalla Chiesa di Roma e di ridurre la sua conversione al cattolicesimo ad una scelta che riguarda solo la sfera privata. La seconda riguarda certamente gli interessi della sua famiglia nel settore petrolifero e non mi riferisco solo ai pozzi di proprietà della famiglia Bush, ma soprattutto alla complessa rete di relazioni che attraversano oceano e continenti ed arrivano sino all’Arabia Saudita.

About this author

0 comments

There are no comments for this post yet.

Be the first to comment. Click here.

M stati uniti
 
Donald Trump Presidente? I Simpson l’avevano previsto… Una...
 
Presidenziali americane 2016. Dopo due anni di campagna...
 
Guida alla notte elettorale americana [gli orari indicati...
 
Piccolo vademecum per capire le elezioni presidenziali americane...
 
Le primarie nello Jowa Ormai le primarie nello Jowa...
 
Elezioni americane. Due dibattiti, nessun vincitore. Gli attacchi...
 
Jeb Bush non se la passa bene, almeno...
 
Ieri sera a Boulder in Colorado è stato...
 
David Axelrod ha compiuto 60 anni nel febbraio...
 
Le primarie americane sono una dispendiosa gara di...
 
Nonostante le perdite che abbiamo sofferto, la mia...
 
In quanto a novità, basti dire che sarò...
 
Mercoledì 16 settembre 11 candidati nelle primarie repubblicane,...
 
Mercoledì 16 settembre il secondo dibattito per le...
 
Ieri pomeriggio (10 settembre) davanti l’Ed Sullivan Theater...
 
La corsa di Jeb Bush verso la Casa...
 
Abbiamo seguito la campagna 2012 di Barack Obama e...
 
Jeb Bush Officially Announces 2016 Bid   NOTA...
 
La squadra messa in campo da Jeb Bush sulla politica...
 
Il Parco delle Quattro Libertà Hillary Clinton, 67...
 
  Sammie Spades   Sammie Spades Sammie Spades...
 
Gallup ha pubblicato i dati annuali del gradimento di...
 
Barack Obama continua a stupirmi! E non è...
 
Some title Some author
Some excerpt
Donald Trump Presidente? I Simpson l’avevano previsto… Una...